#lavorobenfatto

Piero Vigutto

Piero Vigutto nasce a Pordenone nel 1974 da Dino, metalmeccanico, e Loretta, dipendente pubblica che gli hanno regalato la sorella minore Annalisa, madre di Riccardo. Dopo la laurea in Psicologia a Trieste e la specializzazione a Padova, oggi affianca le imprese come consulente aziendale per la gestione delle risorse umane. Ama i viaggi e le buone letture.
Ha riscosso l’apprezzamento del pubblico con i saggi di psicologia del lavoro La percezione del rischio (l’Orto della Cultura, 2016) e Ma non bastavano i buoni pasto? Come e perché prendersi cura delle proprie persone (Free Press, 2018). Sempre nel 2018 ha pubblicato Organizzare la selezione del personale nelle PMI. Indicazioni e strumenti per valutare i candidati, comporre le esigenze e governare il processo (Franco Angeli Editore) con cui si è fatto conoscere a livello nazionale.
Nel tempo libero scrive romanzi a sfondo storico e psicologico in cui è centrale la dualità dell’essere umano e la trasformazione a cui ognuno di noi è soggetto durante la vita.
Si è fatto conoscere dagli appassionati di narrativa con Fortunato (Chiandetti Editore, 2012), e si è poi fatto apprezzare con il secondo romanzo Il vento tra gli alberi (Orto della cultura, 2018).
È ideatore della rubrica #30giorni1libro attraverso cui recensisce pubblicazioni sul mondo del lavoro, delle imprese e sulla gestione delle Umane Risorse.
I suoi articoli sul mondo del lavoro e delle imprese sono stati pubblicati da numerose riviste specializzate tra cui Senza Filtro – Notizie dentro il lavoro, Together (edizioni Skylab), Persone e Conoscenze (ESTE Editore), Rivista dell’Associazione Italiana per la Qualità (AICQ), la Rivista dell’Associazione Italiana Direttori del Personale (AIDP).
ll suo blog personale conta ormai decine di articoli e migliaia di visitatori.
Alle scuole medie la professoressa di italiano lo rimproverava perché i suoi temi erano troppo corti.

Social
Linkedin
Facebook
Twitter
Instagram

Torna su