LBF
comunità

Grazie #Cip

Cara Rosa, giuro che se sapessi scrivere canzoni di successo scriverei Grazie #Cip, proprio come Antonello Venditti ha scritto Grazie Roma o John Kander e Fred Ebb New York, New York. Racconto il fatto per quello che è, senza commenti e considerazioni ulteriori.
Ieri mattina, Mario, Cinzia, Tonino, Francesca, Luca e io seduti al tavolo del bar Soria per prendere caffè e cornetto prima di scendere al campo per il Palio. A un tavolo vicino sento la parola “fichi”, 5 lettere, bellissima parola, faccio un commento e il signore che ha pronunciato la parola mi dice di passare questa mattina.
Stamattina stessa ora, poco prima delle 7:30, ripasso. Il signore mi chiama con la mano, mi dice di aprire la sua auto, quella arancione, e di prendere la cassetta.
Che rimango senza parole te lo devo dire, sono emozionato, penso una cosa che di solito non penso, fotografare i fichi nella cassetta, e poi chiedo al signore se lo posso fotografare, capisco che anche agli amici seduti al tavolo fa piacere esserci, faccio la foto di gruppo e mentre la faccio penso che questo post lo devo mandare a te e Domenico per la bellissima pagina che gestite, poi magari dopo lo pubblico anche su Lavorobenfatto.org, però prima voi.
Ah, il signore dei fichi è quello al centro della foto, un poco a destram gilet blu su maglietta bianca, per ora non consoco il suo nome, lo chiedo a Jepis appena lo vedo, ma magari lo conosci tu, a me per ora piace sottolinearlo il fatto che una persona con cui neanche mi conosce se non di vista stamattina ha colto i fichi per me e me li ha portati.
Che ti devo dire cara Rosa, come sai sono un vecchio scugnizzo di Secondgliano che ha fatto tanti chilometri e ha conosciuto tanti posti in vita sua, eppure io una comunità che mi ha accolto come Caselle in Pittari, qui il nome per esteso ci vuole, non l’ho mai incontrato.
Grazie di cuore al signore dei fichi, e grazie di cuore a #Cip. Ma grazie assai. Davvero.

P. S.
Il signore dei fichi si chiama Rocco Esposito, meglio noto come ‘u sacristano.
Grazie a Graziano Ferraro che mi ha detto il suo nome.

Similar Posts

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.